www.vinocibo.it

I Cocktails K

Kamikaze

Ricetta IBA del Kamikaze

  • 3 cl Vodka
  • 3 cl Cointreau
  • 3 cl succo di limone
  • una fetta di lime come guarnizione

Versare gli ingredienti nello shaker, agitare, filtrare e servire in una coppetta da cocktail o in un old fashioned. Guarnire con una fettina di lime.

Il nome Kamikaze deriva da una parola giapponese, di solito tradotta come "vento divino", che entrò in uso per indicare il nome di un leggendario tifone che nel 1281 salvò il Giappone dall'invasione di una flotta mongola inviata da Kublai Khan.

In Giappone la parola "kamikaze" viene utilizzata solo per riferirsi a questo tifone. Internazionalmente, invece, questa parola viene più generalmente riferita agli attacchi suicidi, ed è questo il significato ironico del cocktail: berlo è come suicidarsi, farsi del male, per via del suo elevato grado alcolico.

Il Kamikaze appartiene alla categoria dei "sour" ed è un cocktail di gran tendenza attualmente, bevuto soprattutto in discoteca dai più giovani.

 

 

 

 

 

Il kir

è un cocktail di tipo aperitivo, a base di vino bianco, generalmente alcolico al 16%. È un cocktail certificato dall'Associazione internazionale Bartenders.Questo cocktail ha origini francesi e la leggenda narra che fu l'abate Kir di Digione a proporre questo cocktail agli ospiti, naturalmente usando del vino francese. Uno degli ingredienti è la Crème de cassis (chiamata anche Crema di cassis o Cassis de Dijon o Crème de cassis de Dijon) , un liquore francese ottenuto dalla macerazione del ribes nero in alcol con l’aggiunta di sciroppo di zucchero. Ha ottenuto l’A.O.C. (ovvero Appellation d’Origine Contrôlée) “Crème de Cassis de Bourgogne”. Deve avere una gradazione minima di 15° ed un contenuto di almeno 400 g di zucchero per litro. La produzione di questo liquore è consentita solo a Digione con ribes (la varietà migliore è il Nero di Borgogna) raccolti nella Côte-d'Or. Il ribes viene macerato in alcol per almeno tre mesi, con numerosi rimontaggi. Poi dalla spillatura si ottiene il jus vierge. Successivamente la massa del ribes viene ricoperta di alcol e acqua, spillando si ottiene il secondo succo detto recharge. Si ripete l'operazione un’altra volta e si spilla un terzo succo detto lavasse. Ognuno di questi passaggi estrae una serie diversa di sostanze. Alla fine il ribes è pressato e distillato, l’alcol che si ricava servirà per macerare altro ribes. Il cassis di Dijon è ottenuto dalla miscela dei tre differenti succhi con aggiunta di acqua, zucchero e alcol puro. Il Cassis di Dijon si usa soprattutto negli aperitivi per il Kir ed il Kir Royal. Tuttavia può essere usato come digestivo con un terzo di cognac o grappa.

 

Ingredienti

Preparazione

Si prepara direttamente nella flûte, versando prima la Crème de Cassis e colmando con vino ben freddo. In alternativa si può usare un bicchiere a calice per vino.

Varianti

  • Kir Royal - con Champagne
  • Kir on the Skyy - con Vodka e lime squeeze in sostituzione del vino o dello Champagne.
  • Kir Pétillant - con vino spumante
  • Kir Imperial - con lampone in sostituzione del ribes, e Champagne. Rientrava nella classificazione dei cocktail IBA del 1987.
  • Kir Normand - con sidro di Normandia in sostituzione del vino
  • Kir Breton - con sidro bretone in sostituzione del vino
  • Cidre Royal - con sidro e Calvados
No pictures found.