www.vinocibo.it

I Cocktails V

VAMPIRO

  • 5 cl Tequila
  • 7 cl Succo di pomodoro
  • 3 cl Succo d’arancia fresco
  • 1 cl Succo di lime fresco
  • 1 cucchiaino da tè di miele chiaro
  • Mezza fettina di cipolla, tritata finemente.
  • Qualche pezzettino di peperoncino rosso fresco
  • Alcune gocce Worchestershire sauce
  • Sale

Procedimento: versare gli ingredienti in uno shaker, con ghiaccio. Shakerare bene per far rilasciare un po’ di aroma dal peperoncino. Filtrare in un highball con ghiaccio e guarnire con fettina di lime e peperoncino (verde o rosso).

Questo drink è tipicamente messicano e rende omaggio ad uno dei mostri più affascinanti della letteratura e della filmografia: il vampiro. Si tratta di un essere mitologico o folkloristico che sopravvive nutrendosi dell’essenza vitale (generalmente sotto forma di sangue) di altre creature.

Il termine “vampiro” divenne popolare solo all’inizio dell’Ottocento, in seguito all’influenza delle superstizioni presenti nell’Europa dell’est e nei Balcani, dove le leggende sui vampiri erano molto diffuse. Nello stesso periodo nacquero altri termini, come vrykolakas in Grecia e strigoi in Romania. La superstizione nei confronti dei vampiri crebbe a tal punto da far nascere una grave isteria collettiva che portò alla morte di numerose persone accusate di vampirismo.

I folkloristici vampiri dell’Europa dell’est presentavano una notevole varietà di rappresentazioni, dal simile agli umani al cadavere putrefatto. Uno dei primi romanzi in tema, fu Il vampiro di John Polidori (1819) che contribuì a circondare di un alone carismatico la figura del vampiro nelle arti che influenzò le opere vampiresche del XIX secolo e ispirò personaggi come Varney il vampiro e il Conte Dracula.

 

 

 

 

Vesper

  • 6 cl Gin
  • 1,5 cl Vodka
  • 0,75 cl Lillet Blonde
  • Twist di limone (guarnizione)

Procedimento: versare gli ingredienti nello shaker e servire in una  coppetta a cocktail, aggiungendo la twist di limone.

Vesper o Vesper Martini è un cocktail aperitivo preparato con Gin, Vodka e originariamente Kina Lillet (oggi viene chiamato Lillet Blanc). Fa la sua comparsa nel 1943 nel romanzo Casino Royale di Ian Flaming, nel quale l’agente segreto James Bond ordina e dà il nome a questo drink in memoria di Vesper Lynd, bondgirl di cui l’Agente 007 era innamorato.

E qui troveremo anche la famosa frase «Shaken, not stirred», ovvero «Agitato, non mescolato» .

Il Vesper Martini si differenzia dal solito cocktail Martini per la presenza della Vodka insieme al Gin e dal Kina Lillet al posto del Vermouth dry. Così compare anche all’interno del drink, una scorzetta di limone anziché la consueta oliva verde. Il Vesper compare una sola volta in tutti i romanzi di Fleming e la ricetta originale è la seguente:

 Un bicchiere di Dry Martini

3 parti di Gordon’s Gin

1 parte di vodka

1/2 di Kina Lillet

Il tutto shakerato finché non è ben ghiacciato, con sottile scorza di limone alla fine.

No pictures found.