www.vinocibo.it

Insalata gentile

L'insalata gentile, o gentilina, è un ortaggio a foglia della famiglia delle Compositae. Si tratta di una varietà di lattuga, la cui caratteristica è quella di avere foglie ondulate, di colore verde intenso oppure rossicce, particolarmente dolci e croccanti. La gentilina ha un cespo di forma leggermente allungata, aperto e voluminoso, di colore verde brillante e foglie leggermente increspate, con punte frastagliate, croccanti. Il suo peso varia dai 300 ai 400 grammi per cespo.

La colorazione della gentilina può essere verde o rossa (quest'ultima detta anche "foglia di quercia").

È una pianta molto forte e resistente adatta a raccolte estive, i mesi migliori per consumarla sono giugno, luglio, agosto, anche se la troviamo anche in primavera ed in autunno.

L'uso della gentilina in cucina

Della gentilina si mangiano le foglie, solitamente crude anche se possono essere consumate anche cotte, bollite per 5-7 minuti. Viene usata come contorno e come guarnizione per piatti a base di carne e pesce; oppure da sola, accompagnata con altre verdure o da erbe aromatiche.

Va conservata in frigorifero dove si mantiene per uno o due giorni circa.

Proprietà nutritive della gentilina

Come tutte le verdure, l'insalata gentile è particolarmente indicata in un'alimentazione sana perché ha un bassissimo contenuto di calorie. Inoltre è ricca di vitamina A, C, D, E e K di fibre e di sali minerali quali potassio, ferro e fosforo. La gentilina svolge anche un'azione rinfrescante e digestiva, lassativa, analgesica e sedativa. Come tutte le lattughe andrebbe consumata durante il pasto serale, specialmente dalle persone nervose o che soffrono d'insonnia. È infine, un'utile fonte di acido folico.