www.vinocibo.it

Ginseng

Ginseng

Il suo nome botanico è Panax Ginseng e la dice lunga sulle sue proprietà: infatti la parola Panax deriva dal greco pan-axos e significa letteralmente " che guarisce tutto". La pianta del ginseng cresce soprattutto in Asia orientale ed in Nord America; la specie più utilizzata è quella vietnamita del panax. In Cina il ginseng viene chiamato ren shen, che letteralmente significa "radice uomo", probabilmente per la sua forma che richiama quella del corpo umano ma anche perche il la radice di ginseng è un tonico potentissimo per tutto l'organismo. La conoscenza e l'impiego del ginseng a scopo terapeutico risalgono a migliaia di anni fa e la sua efficacia è ormai dimostrata da diversi studi condotti in ogni parte del mondo. Le virtù e le proprietà beneficheattribuite al ginseng sono dovute a diversi componenti presenti nelle sue preziose radici: vitamine, olio essenziale, ginsenosidi o saponine, considerati i principi attivi della radice. Molti sono gli effetti benefici che sono stati attribuiti agli estratti della radice di ginseng; per tradizione è considerata una droga tonica con spiccate proprietà ricostituenti, soprattutto a livello di sistema immunitario. Diversi studi hanno dimostrato come il ginseng influisca positivamente sul rilascio di un ormone chiamato cortisolo, che a sua volta migliora la risposta del nostro organismo alle situazioni di stress. In questo modo il ginseng rende il nostro organismo più resistente riducendo i danni causati da agenti patogeni o da situazioni di stress negativo In generale, la sua capacità di ripristinare il giusto equilibrio nell'organismo umano, aumentando la capacità di adattamento ai cambiamenti ambientali fa del ginseng il più efficace "adattogeno" finora conosciuto. Nel ginseng sono state isolate sostanze antiossidanti, che oltre a bloccare i dannosi effetti dei radicali liberi e rallentare l'invecchiamento cellulare, potrebbero avere anche un'importante azione antitumorale. Studi recenti hanno dimostrato che somministrando estratti di ginseng ad alcuni malati di tumore, esso può ridurre in modo significativo la fatica cronica dei pazienti, che rappresenta uno degli effetti più comuni  e debilitanti del cancro e dei suoi trattamenti. In commercio si trovano numerosi integratori dietetici a base di radice di ginseng: flaconcini da bere, capsule, compresse, polvere, radici da masticare e l'estratto puro. Un consiglio: evitate di acquistare gli integratori al ginseng nei grandi ipermercati o luoghi poco controllati, possono essere pericolosi a causa della scarsa qualità

Efetti collaterali

Come in molti altri casi esistono effetti collaterali legati all'utilizzo del ginseng; il più comune è quello dell'insonnia, accompagnato di solito da eccessivo nervosismo e irritabilità, soprattutto quando il ginseng viene assunto in concomitanza di altre sostanze stimolanti quali caffeina o teina; si avrebbe infatti un eccessiva stimolazione del sistema nervoso con gli effetti collaterali appena citati. Infine, un abuso della preziosa radice, prolungato nel tempo, potrebbe portare, in casi estremi anche a tremori incontrollati.

Suggerimenti

La preparazione del ginseng non può essere fatta a livello casalingo; si può reperire in farmacia o in erboristeria sotto varie forme quali l'elisir tonico, estratto concentrato, liofilizzato in bustine. Lo si può trovare anche abbinato ad altre erbe o preparati medicinali, quali la pappa reale, che insieme al ginseng rappresenta una vera sferzata d'energia, nonché una valida difesa del sistema immunitario. Per chi decide di assumere regolarmente ginseng si consiglia di farlo una volta al giorno e possibilmente di mattina a stomaco vuoto.