www.vinocibo.it

Classificazioni delle birre

Le Classificazioni delle Birre

A differenza delle altre bevande fermentate, il parametro di riferimento principale della birra non riguarda il grado alcolico bensì quello saccarometrico, che indica la quantità di zuccheri espressa in grammi, contenuta in 100 cc di birra prima della sua fermentazione. Bisogna considerare che a 3-4° saccarometrici corrisponde 1° alcolico. In Italia la birre viene suddivisa in cinque distinte categorie:

  • Birra analcolica (da 3 a 8° saccarometrici ) (da 1 a 2,6% alc.vol.)
  • Birra light (da 5 a 13° saccarometrici) (da 3,6 a 4,3% alc.vol.)
  • Birra normale (da 11 a 13° saccarometrici) (da 3,6 a 4,3% alc.vol.)
  • Birra speciale (da 13 a 15° saccarometrici) (da 4,3 a 5% alc.vol.)
  • Birra doppio malto (oltre 15° saccarometrici) (oltre 5% alc.vol)

Attualmente, però, ci sono paesi che adottano metodi di misurazione della gradazione della birra alternativi. È il caso degli Stati Uniti, dove sull’etichetta viene indicato il peso dell’alcol espresso in percentuale. Ma dato che l’alcol possiede un peso specifico minore rispetto all’elemento con cui si rapporta, cioè l’acqua, i valori risultanti sono più bassi di quanto lo sarebbero se lo stesso calcolo prendesse in esame i raffronti volumetrici, che sono quelli comunemente utilizzati per il vino (per esempio, al 3,2% di alcol in peso corrisponde il 4,0% di alcol in volume). Quest’ultimo sistema è proprio quello adottato dai produttori canadesi e da quelli olandesi, ma, tanto per confondere ancor di più il consumatore, in Gran Bretagna se ne utilizza un altro ancora, basato su una scala a base 1000. Una birra con il 3,2% di alcol in peso e il 4,0% in volume, Oltremanica avrebbe un peso specifico di 1040: dividendo le ultime due cifre per quattro si ottiene un risultato (10) che fornisce la misura approssimativa dei gradi alcolici secondo la “scala Plato” (versione perfezionata della “scala Balling”, nata in Cecoslovacchia), utilizzata anche in Germania. La birra, in qualità di alcolico, è stata spesso accusata di essere dannosa per la salute: in realtà, in modica quantità, può essere addirittura benefica. Oltre ad essere digestiva e leggermente diuretica, aiuta a preservare sano l’apparato cardiocircolatorio: contiene sostanze che agiscono contro i radicali liberi, riconosciuti tra le possibili cause di arteriosclerosi e malattie cardiovascolari. Con 2 bicchieri di birra si coprono la metà del nostro fabbisogno di vitamine PP e un quarto del fabbisogno di vitamine B6 e B9. Dunque, è il consumo eccessivo ad essere sconsigliato. Inoltre, di frequente si accusa la birra di fare ingrassare: nulla di più falso! A parità di quantità (100 ml), infatti, contiene meno calorie di altre bevande: il Whiskey contiene 252 Kcal, il vino 100 Kcal, il latte intero 65 Kcal, il succo di frutta 50 Kcal, mentre la birra solo 45 Kcal!

 

Le gradazioni della birra

Tipologia Alcol in peso Alcol in volume
Berliner weisse 2 – 2,5 2,5 – 3
Mild britanniche 2 – 3 2,5 – 3,75
Chiare statunitensi 2,3 – 3,2 2,8 – 4
Lager normali britanniche 2,6 – 3,2 3,2 – 3,9
Bitter normali britanniche 2,8 – 3,2 3,5 – 4
Porter e stout normali 2,8 – 3,2 3,5 – 4
Lager statunitensi 3,2 – 3,9 4 – 4,8
Lager premium britanniche 3,2 – 3,9 4 – 4,8
Bitter speciali britanniche 3,2 – 3,9 4 – 4,8
Lager europee 3,7 – 4,3 4,6 – 5,6
Ale normali belghe 3,7 – 4,3 4,6 – 5,6
Lambic 3,7 – 4,3 4,6 – 5,6
Lager e ale canadesi 4 5
Birre di grano 3,9 – 4,1 5 – 5,25
Ale statunitensi 4,25 – 4,5 5,3 – 5,6
Pale ale premium 4,25 – 4,5 5,3 – 5,6
Marzenbier tedesche 4,4 – 4,6 5,5 – 5,7
Malt liquor, stout d’esportazione 4,4 – 5,9 5,5 – 7,4
Old britanniche, ale speciali 4,4 – 5,9 5,5 – 7,4
Bock tedesche 5,3 – 5,5 6,7 – 7,25
Doppelbock normali tedesche 5,4 – 7 6,8 – 8,75
Lager extra forti 5,4 – 7 6,8 – 8,75
Barley wine normali, porter 4,8 – 8,8 6,0 – 11
Imperial baltiche e stout tropicali 4,8 – 8,8 6,0 – 11
Birre speciali 10 – 12 12,5 – 15