www.vinocibo.it

Avocado

Per la sua particolare composizione, l'avocado è un frutto che si distingue nettamente da tutti gli altri. Il suo nome deriva dallo spagnolo avogado, dall'etimologia popolare dell'azteco ahuacatl ("frutto dell'amore") ed era uno degli alimenti base dei Maya e degli Aztechi).
L'albero è originario dell'America centrale, Messico in particolare, ma oggi viene coltivato anche nell'area mediterranea, Italia compresa. Il frutto ha la forma di una pera, di colore verde, viola o quasi nero, a seconda della varietà. La polpa è giallino-verde, con consistenza burrosa e profumo di noce acerba.
L'avocado è una fonte eccellente di vitamina E e contiene circa il 20 per cento di sostanze grasse, vale a dire 20-30 volte di più della percentuale di grassi presenti negli altri frutti. Sono grassi "buoni" in quanto si tratta di oli vegetali costituiti da acidi grassi insaturi, tra cui l'acido oleico e linoleico, ma ogni frutto può contenere fino a 400 calorie.
Contiene inoltre molto potassio e vitamina A.
L'avocado è il frutto con il più elevato contenuto di proteine e comincia a maturare soltanto quando viene staccato dall'albero.
Benchè gli spagnoli conoscessero l'esistenza dell'avocado fin dal 1519, esso fu disprezzato in quanto insapore, fino a quando, nel XX secolo, non divenne popolare negli Stati Uniti.
Da dove proviene l'avocado che compriamo?
La California produce circa l'80 per cento del raccolto americano, per destinarlo in gran parte al guacamole, una salsa utilizzata per il pinzimonio e per le carni. Gli altri maggiori produttori sono il Sud Africa e Israele.
L'avocado può essere gustato come dessert, ma meglio ancora come antipasto. Se poi si elimina il grosso seme, il frutto si trasforma in una piccola ciotola da arricchire con la propria fantasia.
Le varietà maggiormente commercializzate sono:

  • Ettinger e Fuerte sono le varietà più comuni, di forma allungata e con buccia sottile verde brillante;
  • Nabal ha una forma tondeggiante, buccia spessa e sapore particolarmente delicato;
  • Hass considerato da molti l'avocado più gustoso. Presenta una buccia ruvida, che maturando passa dal verde ad un colore scuro.

L'avocado è maturo quando risulta morbido ad una leggera pressione delle dita. Se acquistato duro impiegherà dai 3 ai 5 giorni per maturare in casa a temperatura ambiente, ma per accelerare la maturazione basterà chiuderlo dentro un sacchetto di carta. Maturo può essere conservato per 5-7 giorni in frigorifero.
L'avocado viene inoltre utilizzato come ingrediente nella cosmesi, ed è presente sul mercato durante tutto l'arco dell'anno.
Nota: nel 2006, un'organizzazione no-profit per la ricerca ambientale, la Enviromental Working Group, ha analizzato più di centomila test effettuati dal governo americano sui pesticidi e l'avocado è risultato essere tra i prodotti ad avere una minore quantità di fitofarmaci.

La frutta deve sempre essere lavata accuratamente prima del consumo: la moderna tecnologia agricola utilizza spesso degli antiparassitari pericolosi per l'uomo.Le norme di qualità previste per la commercializzazione di frutta e verdura sono basate su parametri prevalentemente di aspetto, consistenza, organolettici e igienico-sanitari. Non sono previste analisi sulla variazione del contenuto in nutrienti.