www.vinocibo.it

Il Menu di un banchetto-il menu a tema-il menu degustazione-il menu a prezzo fisso

 

Il Menu di un Banchetto:
Ci sono molti ristoranti che basano a maggior parte della propria attività sull'organizzazione di banchetti. In questo caso l'impostazione del menu è del tutto differente  di un


menu alla carta, perché la tipologia e la sequenza dei piatti sono state stabilite a priori e concordate tra lo chef. o chi per lui, ed il cliente. Il menu di un banchetto può essere molto semplice e prevedere, un antipasto, un primo piatto, un secondo ed un dessert, come in occasioni piottosto informali o colazioni di lavoro. I vini proposti in abbinamento sono indicati nella pagina di fronte, a volte subito sotto il piatto. Da un punto di partenza come può esserequesta proposta, il menu si può arricchire di numerose portate, finoa costituire pranzi davvero importanti, come nel caso di ricevimenti con capi di stato ed alti prelati. Se adeguatamente riprese con curiosi accenni e dovizia di particolari da parte di stampa e televisione, queste proposte enogastronomiche si possono rivelare anche un ottimo veicolo promozionale per l'intero comparto agroalimentare della zona o della
regione in cui si è svolto l'evento. Nel caso in cui il men rispecchia l'eleganza e l'importanza del banchetto, curato nei minimi dettagli, il sommelier gioca un ruolo decisivo. Sullo stesso menu, infatti, vengono riportati i vini in parallelo alle preparazioni gastronomiche.
Il Menu a Tema
:

Il menu a tema viene proposto da alcuni ristoranti in particolari periodi dell'anno, per valorizzare prodotti con una specifica stagionalità. Si, pensi, per esmpio, ai funghi e ai tartufi, che nel periodo autunnale deliziano le tavole di numerose regioni. In questi casi i vini vengono scelti precedentemente dal sommelier e riportati sul menu.
Menu a tema con vini in abbinamento:  altri menu a tema si possonobasare su un singolo alimento, come il riso, la carne di struzzo o dibufala, un formaggio, oppure
ancora ci si può ispirare a cucine etniche o di una particolare zona o regione italiana. Volendo nobilitare il pranzo, si può fare anche riferimento a menu storici, ricreando,
l'atmosfera di decenni o addirittura secoli fà. Il menu a tema può essere anche l'occasione, per il sommelier, per proporre alcuni vini particolari o per valorizzare i
prodotti regionali. La situazione si può addirittura capovolgere, perché il vino, sulla base della valorizzazione di un vitigno o di una zona di produzione, può assumere una posizione di assoluta centralità, attorno alla quale viene impostata la lista delle vivande. Non più quindi un menu a tema su un elemento gastronomico, ma una serie di vini sui
quali creare il menu.
Il Menu Degustazione
:

Il menu degustazione è un'ulteriore variante della tradizionale proposta di preparazioni gastronomiche. In questo caso le portate sono numerose e permettono al cliente di
assaggiare molte specialità del ristorante. Il sommelier, in questi casi, deve fare uno studio dettagliato degli abbinamenti migliori e validi per più di una portata, riducendo
la selezione dei vini. le scelte possono essere limitate a 4-5 vini al massimo, a partire da quello da servire come aperitivo per concludere con quello da dessert.
Anche questa volta le scelte potranno variare in funzione dell'importanza del menu degustazione proposto.
Il Menu a Prezzo Fisso
:

Nel nostro paese il menu a prezzo fisso è spesso visto come una proposta strettamente legata a località turistiche, il più delle volte è l'occasione per permettere al ristoratore di ottimizzare il lavoro in cucina e al cliente di consumare un pasto completo a un prezzo molto contenuto. In alcuni paesi, come per esempio la Francia, il menu a prezzo fisso non ha questo significato riduttivo. Anzi, ristoranti di livello propongono a volte diversi menu con differenti fasce di prezzo, che permettono di assaggiare piatti molto gradevoli e particolari, in abbinamento ad una selezione di vini proposti al bicchiere, realizzata dal sommelier. In questo modo, proponendo buoni abbinamenti e dando quinidi soddisfazione al cliente egli ha la possibilità di vendere vini di cui ha una grande disponibilità in cantina e che avrebbero potuto anche creare qualche difficoltà diconservazione nel lungo periodo.